Vedova lascia 300mila dollari di eredità ai gatti

di Fabiana Commenta

La storia ricorda nemmeno tanto lentamente la vicenda degli Aristogatti, una famiglia di gatti parigini che diventavano gli eredi della cospicua eredità di Madame.

gatto , eredità, gatto adulto non accetta nuovo arrivato

La latitudine cambia, ma la sostanza resta la stessa in pratica: si chiamano Troy e Tiger e sono loro i due gatti super fortunati che hanno ereditato la bellezza di ben 300mila dollari dalla loro proprietaria, la signora Ellen Frey-Wouters, passata a miglior vita nel 2015 all’età di 88 anni. La signora, che era di origini olandesi, era rimasta vedova da qualche anno e anche l’unico figlio era morto in età infantile. I suoi gatti per lei erano come dei figli tanto che il New York Post conferma la decisione della signora che ha deciso di lasciare ai suoi amati gatti 300mila dollari facendo in modo che i fondi vengano utilizzati per assicurarsi che i suo amati, Troy e Tiger, possano essere curati nel migliore dei modi.

I due gatti sono stati divisi: ciascuno conduce una vita più che lussuosa insieme alle rispettive neo proprietarie, entrambi ex assistenti della signora Ellen Frey-Wouters.

Il vecchio gatto Tiger è stato affidato a Dahlia Grizzle, ora custode del felino ed ex assistente sanitario della casa di cura dove soggiornava la signora Ellen.

La gatta Troy, invece, vive con Rita Pohila, un’altra delle ex assistenti di salute di Ellen probabilmente conducendo lo stesso tenore di vita lussuoso del suo amico.

FIOCCO-TEQUILA, IL GATTO CONTESO

La decisione della cospicua eredità ai felini ha scatenato qualche perplessità, ma c’è da dire che è tutto completamente in regola: la decisione della signora è stata certificata dai documenti del Tribunale e non manca neppure qualche precedente. E quando i gatti moriranno? Il  fondo loro destinato andrà invece all’unico membro della famiglia vivente Frey-Wouters, la sorella della vedova scomparsa, che vive nei Paesi Bassi mentre il resto del patrimonio della signora Ellen, pari a 3 milioni di dollari, è già stato suddiviso tra i due altri assistenti sanitari, l’avvocato e una parte devoluta in beneficenza.

 

photo credits | think stock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>