leonardo.it

Gatti, a Pasqua occhio a cioccolato, decorazioni e fiori

 
Paola P.
4 aprile 2011
commenti

Le festività da molti bipedi, soprattutto i bimbi, tanto apprezzate e aspettate, per i nostri quattrozampe spesso sono ricorrenze temute e pericolose. Tra decorazioni, folla di estranei in casa, dolci e leccornie, piante più o meno tossiche ricevute in regalo dagli ospiti, porta di casa sempre aperta, coccole troppo pressanti dei bambini che tirano la coda e vessano l’animale, non sempre, insomma, quasi mai, se noi proprietari non ci stiamo attenti, i gatti si godono le feste.

Pasqua si avvicina a grandi passi. Ecco alcuni consigli per proteggere i nostri amici animali dalle principali insidie:

  • I gigli, simbolo della Pasqua, contengono tossine nelle foglie che possono provocare gravi danni ai reni dei gatti. Mangiare anche solo una foglia di questa pianta tossica può provocare gravi intossicazioni e in breve tempo il gatto mostra i sintomi, smettendo di mangiare e vomitando. Può diventare letargico ed entro cinque giorni l’insufficienza renale può causargli addirittura la morte. Contattare il veterinario al primo sospetto di intossicazione può salvare la vita al gatto: non esitate.

  • L’erba di plastica colorata che si mette nei cestini non è digeribile e può provocare perforazione dell’intestino, soffocamento o ostruzione.
  • Cioccolato ed altri dolci devono essere tenuti alla larga dal micio per via della teobromina, tossica per gli animali. Le conseguenze variano in base al peso dell’animale ed alla quantità, più o meno abbondante, ingerita.

Le raccomandazioni sia per i dolciumi che per le decorazioni o le piante tossiche sono di tenerle lontane dalla portata del gatto, in una stanza in cui non può entrare. I gatti sono curiosi per natura e assaggiano e giocano con tutto quello che c’è di nuovo. Per una casa a prova di gatto anche durante le feste bisogna dunque correre ai ripari tempestivamente. Soprattutto, in caso sospettiate il gatto abbia ingerito cibi off-limits, non esitate a contattare il veterinario. Intervenire in tempo, in questi casi, può essere di vitale importanza.

Commenta!

Articoli Correlati
Per i cani la Pasqua è buona anche senza cioccolato

Per i cani la Pasqua è buona anche senza cioccolato

In vista delle festività pasquali l’Anmvi (l’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) ricorda ai proprietari che il cioccolato è nocivo per gli amici a 4 zampe. Come sottolineano gli esperti il […]

Fiori e piante invernali tossiche per gli animali domestici

Fiori e piante invernali tossiche per gli animali domestici

Siamo nel bel mezzo della stagione invernale e anche chi non fa caso al calendario può rendersene conto dal freddo pungente e dalle temperature polari che avvolgono noi e i […]

I fiori di Bach per cani e gatti

I fiori di Bach per cani e gatti

Negli ultimi anni i rimedi naturali hanno vissuto un periodo di grande espansione e moltissime persone si sono accostate in particolare ai Fiori di Bach che aiutano ad alleviare stati […]

Animali domestici, occhio ai dolci al cioccolato di Halloween

Animali domestici, occhio ai dolci al cioccolato di Halloween

Halloween si avvicina e cogliamo l’occasione per ricordarvi di segnalare movimenti sospetti e scomparsa di gatti neri alle autorità competenti e di stare molto attenti a non far uscire il […]

Piante ornamentali, occhio a quelle tossiche per i nostri pets

Piante ornamentali, occhio a quelle tossiche per i nostri pets

Le piante ornamentali sono un ottimo modo per decorare la casa durante le vacanze e colorare un grigio inverno. Durante le fredde serate invernali si trascorre più tempo tra le […]