Pesci timidi, quando l’acquario sembra deserto

 
Paola P.
28 febbraio 2010
commenti

acquario Pesci timidi, quando lacquario sembra desertoCi siamo: l’acquario è stato popolato, bilanciato chimicamente, allestito con tutte le difficoltà che questo comporta e il dispendio sia economico che di tempo. Ora possiamo osservare i pesci abitare la loro nuova casa, rincorrersi, mangiucchiare le piante, ammirare i loro stupendi colori e perchè no, anche vantarci con amici e ospiti della riuscita della nostra creazione. Tutto procederebbe proprio così se non fosse che i pesci latitano alla nostra vista e sembrano quasi dileguarsi non appena ci avviciniamo al vetro, o peggio, se ne stanno tutto il tempo nascosti.

Perchè i pesci si nascondono? A questa domanda gli esperti danno più di una risposta plausibile. Quella più probabile, tuttavia, è anche la più semplice ovvero il pesce è spaventato o si sente a disagio nell’ambiente circostante. In questo caso, non resta che porsi un altro importante quesito: cosa scatena una reazione di paura nel pesce?

Se il pesce è stato recentemente aggiunto all’acquario, la causa più probabile è che la sua sensazione di disagio sia da imputare semplicemente al nervosismo dovuto all’insediamento in un nuovo ambiente. Trascorsi un paio di giorni, il pesce dovrebbe sentirsi a proprio agio con la sua nuova casa e trascorrere più tempo in giro.
Nel caso in cui il vostro pesce continui a nascondersi per più di un giorno o due, si tratta, evidentemente, di un altro problema e finché non si individua la causa, il pesce rimarrà nascosto.

pesci acquario 300x225 Pesci timidi, quando lacquario sembra desertoI pesci che normalmente vanno in giro insieme ad altri esemplari dello stesso genere si nascondono se tenuti da soli, o comunque in un gruppo che è troppo piccolo. Questo genere di esemplari è bene sia tenuto in gruppi di almeno quattro o cinque, non acquistateli mai da soli. Se sono tenuti in piccoli gruppi o isolati, infatti, possono rimanere nascosti per la maggior parte del tempo.

Molti pesci non si sentono tranquilli se non hanno un posto tutto per loro, dove possono nascondersi quando si sentono minacciati. Per quanto possa sembrare strano, fornire più nascondigli al pesce gli farà trascorrere più tempo fuori.
Mettete dunque nell’acquario rocce a formare delle grotte, pezzi di vasi di terracotta sul fondo, pezzi di legni con archi o buchi, e utilizzate tutte le strutture che permettono al pesce di nascondersi. Se ogni pesce sa che ha il suo nascondiglio personale, si sentirà al sicuro e starà all’aria (ops, all’acqua!) aperta più spesso.

[Fonte: Freshaquarium.about.com]

Commenta!

Articoli Correlati
Malattie dei pesci, parte terza

Malattie dei pesci, parte terza

Nel nostro ed ultimo appuntamento per scoprire le malattie dei pesci d’acquario e cercare di combatterle, ci occuperemo dell’affanno: se notiamo i nostri pesci nuotare a pelo d’acqua e boccheggiare, […]

Malattie dei pesci parte seconda

Malattie dei pesci parte seconda

Continuiamo a parlare delle malattie che maggiormente possono colpire i pesci all’interno dell’acquario: oggi ci occuperemo dell’Oodinium, che altri non è se non l’equivalente dell’ittioftiriasi negli acquari marini. La differenza […]

Le malattie dei pesci d’acqua dolce

Le malattie dei pesci d’acqua dolce

I nostri pesci, contenuti all’interno della vasca e dunque in un ambiente protetto, possono comunque essere soggetti a malattie: spesso si tratta di patologie semplici da curare e di facile […]

La corretta alimentazione dei pesci

La corretta alimentazione dei pesci

Per una corretta crescita e un’ottima salute, i pesci delle nostre vasche necessitano di sostanze diverse e di un’alimentazione varia ed equilibrata. Partiamo dal presupposto che per quanto possano essere […]

Pesci d’acqua dolce: quali scegliere?

Pesci d’acqua dolce: quali scegliere?

Le prime esperienze con i pesci d’acqua dolce possono portare a trasformare la fauna del nostro acquario in un vero e proprio fritto misto! Una delle regole fondamentali per scegliere […]