#ionontiabbandono, la campagna contro l’abbandono di animali domestici

di Fabiana Commenta

Con l’arrivo delle vacanze estive, si riaccende la triste emergenza sugli animali abbandonati e per sensibilizzare l’opinione pubblica, arriva la nuova campagna #ionontiabbandono attiva sui social e sui media.

 

La campagna andrà avanti per due mesi e ogni settimana, per un totale di dieci, si rinnoverà con un’immagine di un testimonial a quattro zampe che sarà protagonista del messaggio. 

La scelta è caduta su dieci testimonial diversi, che vanno dal meticcio al cane con pedigree a ricordare che il fenomeno dell’abbandono non è solo un gesto deprecabile e crudele, ma anche che non tiene affatto conto neppure della razza. L’abbandono è abbandono.

La nuova campagna estiva 2017 contro l’abbandono degli animali animerà le autostrade A24 e A25 tra Lazio e Abruzzo ed è stata lanciata dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane e da Strada dei Parchi Spa, concessionario delle due arterie.

In tutti i caselli e in tutte le aree di servizio, sarà anche riproposta una nuova edizione della locandina che della campagna che tanto è stata apprezzata lo scorso anno: i dati sull’abbandono estivo dei cani su strade a scorrimento veloce e autostrade restano ancora tragici registrando l’abbandono di 60.000 cani ogni anno, 164 al giorno, 7 ogni ora stando ai dati diffusi al momento del lancio della campagna di sensibilizzazione.

VACANZE ESTIVE, GLI ITALIANI PORTANO CON SE’ CANI E GATTI

Cambiare via via le immagini aiuta anche a mantenere alta l’attenzione sul problema: l’abbandono di un animale domestico poi non è solo un gesto inaccettabile da un punto di vista etico, ma anche un reato come previsto dall’art. 727 del Codice Penale. E SdP e la Lega Nazionale per la Difesa del Cane invitano chiunque assista a un episodio del genere a sporgere subito denuncia alle forze dell’ordine.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>