leonardo.it

Cosa può mangiare il cane con diarrea?

 
cinzia iannaccio
27 ottobre 2012
commenti

diarrea cane alimentazione Il cane ha la diarrea? Spesso questa dipende dalla sua alimentazione errata, o da qualcosa di inopportuno che ha ingerito. Ma anche nel caso si trattasse di una diarrea dovuta ad infezione intestinale, è opportuno individuare una dieta adatta al controllo del sintomo più evidente: le feci liquide. Queste infatti possono indurre a disidratazione il cane. E’ buona norma infatti che il cane si sforzi di bere e che il cibo (così come negli esseri umani) favorisca la compostezza delle emissioni diarroiche, ovvero le renda più solide il prima possibile. Come fare?

Tendenzialmente si consiglia di non insistere con il cibo soprattutto nelle prime 24 ore, di non lasciare mai il cane senza acqua e di somministrare eventualmente probiotici ed intergratori canini specifici, atti  a ripristinare la fisiologica flora batterica intestinale. In generale inoltre si consiglia anche di non modificare troppo l’alimentazione del vostro fido rispetto alla norma, per una questione di gusto, ma anche perché si potrebbero innestare anche contemporanei malesseri dovuti ad intolleranza alimentare. In ultimo va detto che in commercio esistono numerosi alimenti pronti specifici per il cane con diarrea, ma per chi preferisce l’alimentazione casalinga esistono delle soluzioni.

Un esempio? Riso cotto  e carne bianca bollita. Il rapporto deve essere di due a 1 e suddiviso su tre o quattro pasti, le quantità dipendono dalle dimensioni e dall’appetito del cane stesso. Meglio più pasti di piccole dimensioni per non appesantire troppo l’intestino. Vanno evitati olio, burro o condimenti di qualunque tipo: l’alimentazione in caso di dissenteria nel cane deve essere leggera. Se si offre del pollo al cane, deve essere rigorosamente sgrassato e privo di pelle, ad esempio. Si può però rendere più appetibile il riso anche con della ricotta, oppure con carote o zucca. E se il vostro amico a quattro zampe gradisce anche una mela grattugiata finemente può andar bene. Se il cane infine è abituato ai croccantini, non è necessario farlo rinunciare: si tratta di cibi secchi che aiuterebbero ad assorbire l’acqua delle feci e dunque a renderle più composte.

Nel giro di 48 ore anche solo con questi piccoli accorgimenti dietetici il cane dovrebbe stare meglio. Se così non fosse è necessario rivolgersi al veterinario, che provvederà a terapie più idonee al caso. Insomma le accortezze da avere con il cane in tali occasioni sono le stesse che si devono avere in caso di diarrea nell’essere umano.

Foto: Thinkstock

 

Commenta!

Articoli Correlati
Diarrea nel cane, cause e rimedi

Diarrea nel cane, cause e rimedi

La diarrea nel cane è un fenomeno abbastanza comune purtroppo, oltre che spiacevole da gestire. Feci liquide, maleodoranti e dalle colorazioni insolite che il cane non riesce a trattenere, sono […]

Il mio cane può mangiare patate dolci, zucca, yogurt, mirtillo rosso e zenzero?

Il mio cane può mangiare patate dolci, zucca, yogurt, mirtillo rosso e zenzero?

Quanti dubbi che hanno i padroni dei cani quando decidono di preparare qualche ricetta estrosa al proprio amico a quattro zampe, magari per qualche occasione speciale. Si può andare a cercare […]

Come incoraggiare un cane malato a bere e mangiare – parte seconda

Come incoraggiare un cane malato a bere e mangiare – parte seconda

Ben trovati al secondo ed ultimo appuntamento con la nostra guida ai principali metodi per incoraggiare un cane malato che ha perso l’appetito a bere e mangiare. Ieri abbiamo visto […]

Come incoraggiare un cane malato a bere e mangiare – parte prima

Come incoraggiare un cane malato a bere e mangiare – parte prima

Per aiutarlo a guarire da una malattia e facilitare il recupero delle forze ad un cane debilitato, l’alimentazione è fondamentale. Non sempre però i nostri amici a quattro zampe hanno […]

Quando il cane si rifiuta di mangiare…

Quando il cane si rifiuta di mangiare…

Avere a che fare con un cane schizzinoso non è facile. Davanti alla solita ciotola storce il muso e se ne va, anche quando non mangia da ore. Che fare? […]