Congiuntivite nel cane: farmaci, rimedi naturali, omeopatia?

di cinzia iannaccio 2

curare congiuntivite caneLa congiuntivite nel cane è sicuramente la malattia degli occhi più frequente nei nostri amici a quattro zampe, anche perché numerose possono essere le cause che la determinano, a volte anche concomitanti. I tipici occhi rossi, lacrimanti o caratterizzati da secrezioni più o meno dense possono dipendere infatti da un’irritazione della congiuntiva provocata dal vento, da un oggetto esterno penetrato nell’occhio, come un granello di sabbia o un loro pelo, oppure da un’infezione, dovuta a funghi, virus o batteri. Le cure al riguardo sono molteplici ed ovviamente dipendono dalle cause che il veterinario riscontrerà.

Congiuntivite nel cane: i farmaci

Nessun farmaco va mai somministrato ad un cane senza l’indicazione del medico veterinario, questo anche se si tratta di una congiuntivite canina ricorrente: sempre, di volta in volta va individuata la causa specifica. Laddove il veterinario individui un’infezione agli occhi può prescrivere dei medicinali, che, come nel caso della congiuntivite umana, consisteranno in pomate da applicare localmente, oculari. Per lo più si tratta di antibiotici o corticosteroidi. Attenzione dunque e soprattutto a non utilizzare questi ultimi su una congiuntivite purulenta, perché il principio attivo potrebbe influenzare negativamente la risposta infiammatoria locale che combatte le infezioni. Se la congiuntivite non migliora dopo i normali giorni di cura può essere necessario un test colturale per individuare l’agente patogeno specifico che provoca congiuntivite nel cane.

Congiuntivite nel cane: rimedi naturali ed omeopatia

Gli occhi del cane vanno sempre tenuti puliti. In caso di congiuntivite, per lo più sierosa è opportuno lavare gli occhi almeno tre o quattro volte al giorno, con un collirio acquistabile in farmacia, realizzato con soluzione salina sterile, oppure applicando le cosiddette lacrime artificiali. Questo anche in presenza di una terapia farmacologica. Al contempo possono essere fatti degli impacchi decongestionanti con la tradizionale camomilla o con la calendula, sempre prestando attenzione ad utilizzare batuffoli imbevuti diversi per ogni occhio. Sempre in accompagnamento ai farmaci o per le forme più lievi e non infettive di congiuntivite canina è possibile fare ricorso all’omeopatia. I farmaci omeopatici che potrebbe suggerirvi il vostro veterinario sono i seguenti:

  • Euphrasia officinalis 30-200 CH o il collirio monodose. Si usa essenzialmente per la congiuntivite acuta con lacrimazione intensa ma non irritante;
  • Apis mellifica 15-30 CH, invece in caso di congiuntivite nel cane con secrezione muco-purulenta irritante (1-2  volte al giorno)
  • Mercurius solubilis 15-30 CH: 1 o 2 volte al dì fino a guarigione in caso di congiuntivite con secrezione muco-purulenta abbondante.

Foto: Thinkstock

Commenta!

Commenti (2)

  1. Il mio cane ha tutte e due gli occhi con muco bianco ho messo del collirio antibiotico ma non è servito cosa posso fare li pulisco con impacchi d’alloro. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>