Come insegnare ad un pappagallo a parlare in 10 mosse

di cinzia iannaccio Commenta

insegnare pappagallo parlareIl pappagallo è uno splendido animale domestico, non solo per il suo piumaggio colorato, ma anche perché in grado di parlare, o meglio di ripetere alcune parole ed in casi particolari, anche di rispondere a semplici domande. Questo significa un grande imprinting, uno scambio emotivo tra animale e proprietario, che arricchisce e diverte ambedue le parti e che fa fare bella figura con gli amici: chi non è fiero del proprio pappagallo parlante?

Tutti i pappagalli parlano?

Non tutti i pappagalli parlano, anche se quasi tutte le specie sono in grado di riprodurre suoni simili a quelli della voce umana. Tra i chiacchieroni troviamo essenzialmente pappagalli di grandi dimensioni come il giaco, gli amazzoni i cacatua e le are. Ma ricordate: tutti questi animali vanno aiutati nel percorso (per imparare a ripetere un suono devono sentirlo spesso ed essere stimolati a farlo). Come?

Piccole regole per insegnare ai pappagalli a parlare

  1. Prima di tutto, il pappagallo deve essere un esemplare giovane: da adulto difficilmente sarà in grado di seguirvi nell’allenamento
  2. Se avete appena acquistato un giovane pappagallo, lasciatelo ambientare alla casa, non iniziate subito ad insistere con la ripetizione delle parole, potreste mettere l’animale sotto stress
  3. Iniziate con parole semplici: il nome, un ciao, o similari, con poche sillabe, da pronunciare in modo chiaro e scandito, ripetendo più volte. Scegliete una o al massimo due parole per volta e passate a nuovi suoni vocali solo dopo che il vostro pet ha iniziato a ripetere bene quelle iniziali. Usate sempre un tono allegro ed entusiasta
  4. Mettete la sua voliera o il suo trespolo in un luogo frequentato della casa, dove cioè possa abituarsi alle voci domestiche
  5. Preferite sempre lo stesso orario per l’allenamento che deve essere quotidiano e durare in media 15 minuti. Tenete presente che i momenti migliori per la voce del pappagallo in questo senso sono la mattina presto e la sera
  6. Meglio che a praticare l’insegnamento delle parole sia sempre la stessa persona (che dunque deve avere un linguaggio semplice ed il giusto tempo a disposizione)
  7. Occorre avere pazienza: per ripetere un suono vocale il pappagallo può impiegare alcune settimane o mesi. C’è chi usa anche delle registrazioni (vi sono in commercio cd specifici), probabilmente efficaci, ma tolgono il gusto del rapporto con l’animale che deve essere alla base di ogni insegnamento
  8. Scegliete una o al massimo due parole per volta e passate a nuovi suoni vocali solo dopo che il vostro pet ha iniziato a ripetere bene quelle iniziali
  9. Alcune specie di pappagalli arrivano anche a rispondere a semplici domande, ma è un percorso molto lungo, non stressate l’animale con troppe insistenze
  10. Quando il pappagallo ripete correttamente una parola, mostratevi sempre felici, magari premiatelo con una nocciolina, non guasterà

Foto: Thinkstock

Fonte: Come fare tutto

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>