Cani da tartufo, quale razza scegliere?

di Fabiana Commenta

Generalmente sono di piccole o medie dimensioni, sono molto attenti e ubbidienti: sono i cani da tartufo. Non importa se siano o meno di razza:  il loro olfatto deve essere estremamente sviluppato visto che il loro compito non è solo quello di sentire l’odore del tartufo, ma anche di scavare accompagnando i tartufai. 

cane antidroga, pointer, cane da tartufo

Quel che è certo è che tutti i cani da tartufo vengono appositamente addestrati come richiede la legge italiana.

Ci sono razze più o meno adatte e già predisposte rispetto ad altre, ma in realtà è il tipo di addestramento a fare veramente la differenza: insomma non è indispensabile che il cane da tartufo sia un cane di razza, è importante l’addestramento che deve lavorar anche sull’indole del cane per avere il migliore dei risultati. 

Oltre all’olfatto sviluppatissimo, il cane da tartufo deve essere resistente, non deve temere la la fatica, deve avere un’indole paziente e tranquilla ed essere obbiediente.

Tra le razze con caratteristiche del genere, si segnalano il Bracco, il Setter, il Pointer, il Cocker Spaniel, il Jack Russel, il Lagotto romagnolo, fra i più quotati, ma non mancano neppure ottimi cani da tartufo tra  Labrador o Beagle. 

Ma come scegliere il cane da tartufo più adatto? Spesso è il territorio stesso a suggerire la scelta migliore: Il Lagotto è indicato per gli  spazi pianeggianti visto il passo corto mentre per le zone boschive sono indicati soprattutto Bracchi e Pointer e i loro incroci visto il loro passo lungo, la velocità e la capacità di adattarsi al territorio.

 

photo credits | think stock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>