Cani, ecco come mentono

di Fabiana Commenta

Ebbene sì: saranno anche i migliori amici dell’uomo, ma anche i cani possono mentire. La conferma arriva da uno studio pubblicato su Animal Cognition condotto da un gruppo di studiosi svizzeri che ha svelato come anche i nostri amici a quattro zampe siano perfettamente in grado di mentire per ottenere quel che vogliono. O meglio tendono ad utilizzare dei falsi segnali.

cani, soffocamemto cani

Condotto su 27 razze diverse di cani, lo studio ha messo in evidenza che i cani riuscivano a riconoscere due tipi di persone: vale a dire quelle “competitive”, che nascondevano una ricompensa come ad esempio biscotti o salsicce e le persone “cooperative” che consegnavano immediatamente il cibo. 

Il cane poteva accompagnare uno degli esseri umani in una delle tre postazioni presenti: la prima conteneva il loro cibo preferito, l’altra conteneva del cibo che il cane non amava troppo, la terza era vuota.

Nel corso del test sono state collocate a terra tre scatole diverse e al cane è stato chiesto di scovare quella in cui si trovava il cibo.

CANI, RICONOSCONO IL SORRISO DEGLI UMANI

Generalmente il compagno “competitivo” generalmente veniva portato nella postazione vuota o in quella con il cibo non esattamente prediletto in modo tale che successivamente l’umano “cooperativo” potesse essere accompagno nella postazione con il cibo desiderato. I cani in pratica hanno dimostrato di distinguere tra i due comportamenti e di aver saputo utilizzare anche l’inganno tattico.

I cani sceglievano volontariamente di omettere la verità fingendo di non trovare il cibo visto che l’umano avrebbe loro nascosto il cibo senza darglielo. Allo stesso modo hanno condotto l’umano cooperativo nel box giusto per ottenere ciò che volevano confermando lo loro intelligenza. 

 

photo credits | think stock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>