Cane randagio segue ciclisti per chilometri: adottato

di cinzia iannaccio Commenta

cane randagio segue ciclisti Bisogna dirlo, un cane randagio non è mai una lieta compagnia per i ciclisti. Ma c’è sempre un’eccezione alla regola. A farla un adorabile bastardino, ormai una star del web che è stato soprannominato Xiao Sa ovvero “piccolo Budda”.  I fatti sono avvenuti in Cina: il piccolo cagnolino, pregiatissimo e speciale meticcio, ha incontrato un gruppo di ciclisti in viaggio dalla provincia cinese del Sichuan al Tibet ed ha deciso di seguirli, di corsa, senza dare fastidio.

Il piccolo cane ha dimostrato un’encomiabile resistenza. Ha viaggiato con il gruppo a due ruote, correndogli al fianco, per 24 giorni percorrendo 1.833 chilometri e scalando 10 montagne fino a 4.000 metri di altitudine: in molti in bicicletta hanno abbandonato il duro percorso, ma il cagnolino randagio no. Aveva deciso che il gruppo di ciclisti che lo aveva rifocillato meritava di essere seguito.

La sua grinta ha fatto il resto, così i ciclisti hanno deciso di lasciarsi accompagnare e di far conoscere al mondo questo cane particolare: da qui la creazione di un blog sul loro nuovo amico a quattro zampe, che il pochi giorni ha ottenuto più di 37.000 fan. Una star del web, che si è concessa di farsi accompagnare sul retro delle bici solo in discesa: la velocità in questo caso con le due ruote raggiungeva anche i 70 chilometri orari, stare dietro ai ciclisti sarebbe stato impossibile. Ovviamente tra i compagni di viaggio il piccolo Xiao Sa ha trovato anche chi gli desse una nuova casa. Di certo se l’è meritata, non trovate?

Se volete leggere altre curiosità che riguardano i cani e la bicicletta (stupendo strumento per vivere all’aperto e mantenere la forma fisica), potete leggere di seguito:

Foto: Thinkstock

Fonte: China Daily

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>