Antiparassitari a ultrasuoni, come funzionano

di Fabiana 1

Sono importantissimi per proteggere i nostri amici a quattro zampe, ma chi possiede un cane e un gatto sa bene che le proposte sul mercato sono innumerevoli. Ma quali sono i migliori antiparassitari in circolazione?

zecche, cane,

Per chi non ama le fialette, i collari antiparassitari e le applicazioni, la soluzione per proteggere i nostri amici da pulci e zecche potrebbe arrivare dagli antiparassitari a ultrasuoni. Ma come funzionano e soprattutto: sono davvero efficaci?  In sostanza l’antiparassitario a ultrasuoni si trova in commercio già da qualche anno a questa parte: si tratta di una sorta di ciondolo che deve essere applicato al collo dell’animale (al collare) o nella zona in cui l’animale riposa.

In sostanza il ciondolo va ad emettere degli ultrasuoni che allontanano i parassiti dall’animale e dai posti che solitamente frequenta.

ZECCHE AL CANE E AL GATTO, COME RIMUOVERLE

Ci sono diversi vantaggi utilizzando l’antiparassitario a ultrasuoni visto che presenta una durata che va da 10 a 12 mesi, non inquina, non contiene prodotti chimici e non è pericoloso per l’uomo. Nonostante si trovi in commercio già da qualche anno a questa parte, in realtà l’antiparassitario a ultrasuoni non ha preso molto piedi fino a questo momento forse perché i si fida di più di un prodotto che viene applicato direttamente sull’animale. Se pensate di provare un antiparassitario a ultrasuoni è pur vero che c’è l’imbarazzo della scelta: dalla Colpharma alla Bruer fino alla Friskies non mancano le proposte con prezzi decisamente abbordabili e per tutte le tasche, variabile da 15 ai 30 euro. E online si ha anche la possibilità di poter risparmiare.

photo credits | thinkstock

Commenta!

Commenti (1)

  1. Alla prima occasione proverò l’antiparassitario ad ultrasuoni sono peplessa sul fatto che questi ultrasuoni possano dare fastidio al cane . Anna Maria Olivetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>