Indovina chi arriva a casa? Scegliere un animale domestico (Round III)

di Claudia Commenta

animalidomestici2

Eccoci al penultimo capitolo, quello in cui parleremo degli animaletti più piccoli e per i quali le soluzioni da trovare sono molto spesso più semplici, rispetto alle lunghe considerazioni che vanno fatte prima di accogliere un cane o un gatto in famiglia. Studieremo pro e contro da affrontare quando si sceglie di prendere un roditore o un coniglio, e nella puntata conclusiva tratteremo di tartarughe, serpenti e pesci.

Il mondo degli animali domestici è vario, e qui non affrontiamo le tematiche che riguardano le fattorie e i loro abitanti animali perchè non è questa la giusta sede e di certo non potete valutare l’idea di prendere una mucca in casa! Restiamo ancorati alle nostre possibilità, tenendo sempre presente che per chi dispone di una casa grande, con giardino o con terrazzo, le scelte possono essere fatte più rispetto ai gusti e meno badando agli spazi e alle problematiche ad esse connessi, mentre per chi vive in appartamenti piccoli gli spazi diventano fondamentali e questo condiziona anche i desideri. Per il tempo le regole sono uguali per tutti, ogni animale domestico ha bisogno che gli dedichiate il giusto tempo che gli spetta, faranno parte della vostra quotidianità.

I roditori

Per roditori intendiamo tutti quei piccoli animaletti domestici quali criceti, topolini domestici, gerbilli, porcellini d’India, cincillà e chi più ne ha più ne metta. A una mia amica regalarono un topolino domestico. Sua mamma era talmente tanto disgustata che lo teneva sempre coperto da un panno, e la mia amica lo scopriva solo per farlo mangiare e cambiargli l’acqua. Devo raccontarvi come è finita? Purtroppo, e dico purtroppo per chi ama questi piccoli animali e li coccola anche per ore tenendoli tra le mani, alcune persone non possono accettare l’idea di tenere in casa “un topo”. Questo è il contro principale, visto che per tenere un criceto o un topino l’unica accortezza è quella di procurargli una spaziosa gabbietta, magari dargli anche una compagnia, nutrirlo e pulirlo nel modo giusto, non serve molto spazio e se anche si parte si trova sempre qualcuno disposto a tenere in casa il piccolino con la sua gabbietta. Altra nota negativa, i roditori sono animali notturni, alcuni sono iperattivi, e correrrano nella ruota per tutta la notte. Siete disposti a dormire con questo sottofondo?!

Il coniglio

I conigli solitamente non fanno l’effetto roditori “aiuto un topo!”, ma di solito l’effetto è quello peluche. Li troviamo tenerissimi, io personalmente adoro quelli con le orecchie all’ingiù! Le gabbie dei conigli occupano più spazio di quelle dei piccoli roditori, e bisogna sistemarle anche solo sul balcone, non c’è bisogno di un terrazzo, perchè comunque non hanno esattamente un buon odore, è odore di coniglio, non puzza, ma è comunque meglio non tenerli in casa. Devono essere nutriti con attenzione e la gabbietta va pulita spesso, in più è un’ottima cosa far sgranchire loro le zampe almeno una volta al giorno, lasciandoli passeggiare dove meglio credete, solo fuori, solo in cucina, eccetera. Se si va via si possono lasciare in casa, basta solo che qualcuno vada a prendersi cura di loro in vostra assenza.

Scusate se vi racconto tutti questi aneddoti, ma quello sui conigli è davvero simpatico! Una amichetta di quando ero bambina aveva un coniglio maschio e uno femmina e a un certo punto separarono la loro grande gabbia in due parti, ben divise da una recinzione. Quando si scoprì che la femmina era incinta i genitori della mia amica si resero conto che il maschio si era creato un varco nelle rete e una volta tornato dalla sua parte l’aveva riaccostata in modo che non si notasse! Ecco, particolare attenzione a questo aspetto per i conigli, altrimenti vi troverete sommersi da coniglietti!

[photo courtesy of WhisperingVoice]

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>