leonardo.it

La corretta alimentazione di un cane

 
Claudia
21 ottobre 2009
commenti

alimentazione cani

Ci sono dei piccoli accorgimenti da prendere nell’alimentazione dei cani che vanno bene per tutte le razze e per tutte le tipologie di cane (da caccia, da compagnia, da guardia), così come ci sono caratteristiche particolari di ogni animale da tener presente anche nella nutrizione, e per le quali potrete chiedere consiglio al veterinario o al vostro rivenditore di fiducia. Queste sono note generali da tener presente, consigli alimentari per garantire anche una vita lunga e sana al vostro amico, infatti pare che sia più probabile che un cane possa morire di indigestione che non di fame!

E’ fondamentale dare da mangiare al nostro cane sempre alla stessa ora, nello stesso luogo e nella stessa ciotola (che cambierete periodicamente solo dopo l’usura che non vi consente pù di pulirla a dovere). Se si tratta di un cane da guardia meglio che sia anche sempre la stessa persona a nutrirlo, così sarà molto difficile che accetti cibo da estranei. I cuccioli svezzati devono mangiare 4 volte al giorno, i pasti poi diventeranno 3 e infine 2 pasti quotidiani,  con intervalli di almeno 8 ore tra un pasto e l’altro in modo da permettere al cane di digerire bene prima di mangiare di nuovo. La pappa deve essere tiepida, non troppo calda perchè ustionerebbe le mucose e non troppo fredda perchè potrebbe bloccare la digestione del cane, causando coliche. Il cibo va lasciato al suo posto per circa mezz’ora, se il nostro amico capriccioso non lo mangia o non lo finisce non bisogna lasciarglielo lì per ore intere.

La dieta deve essere varia, chiaramente non va bene nutrire il cane con carne e riso, pasto base, per così dire. Bisogna alternare carne, fegato, cuore, trippa, formaggio, pesce, il tuorlo delle uova, latte, verdure miste, cibo in scatola, biscotti per cani, riso e pane secco. Il pane viene spesso escluso dall’alimentazione canina, invece è un’ottima fonte di principi nutritivi. Date al cane pane vecchio di un paio di giorni, leggermente tostato, in modo che sia più digeribile. Potrete mescolarlo alla carne o a delle verdure, o darlo al cane così da sgranocchiare, come pasto unico. Se si abitua a mangiare il pane da solo questo potrà essere utile anche a voi, magari durante un viaggio o una gita potrete dargli il pane come pasto e lo mangerà con piacere. E’ ottimo anche per i cuccioli, sulla crosta del pane raffermo potranno affondare i dentini. In commercio potrete trovare anche fette biscottate o biscotti duri con frammenti di carne e vitamine, andranno benissimo anche quelli.

Ormai i cibi in scatola per cani, i biscotti, le crocchette secche, hanno raggiunto livelli altissimi e sono diventati davvero degli alimenti ottimi per i nostri amici. Sono ricchi di sostanze nutritive e ormai sono anche adatti all’età del cane e al tipo di attività che svolge quotidianamente. Risultano davvero utili per una corretta alimentazione, anche se è sempre bene preparare al cane anche qualcosa di fresco. I cani sono prevalentemente carnivori, quindi l’alimentazione quotidiana deve contenere almeno metà carne in ogni pasto. Essa va scottata e comunque cotta poco e tagliata a piccoli pezzi, così come il pesce, che andrà priva delle lische, e il pollo e i il coniglio che andranno puliti alla perfezione dalle ossa.

Assolutamente da evitare: carne di maiale, salumi, dolci, gelati, grassi di varia origine, il pane fresco, la frutta secca, le rape, i piselli, i broccoli, i fagioli e in generale i farinacei, gonfierebbero con la fermentazione il loro piccolo intestino.

Il cane da appartamento deve nutrirsi diversamente rispetto a un cane che vive all’aria aperta e corre tutto il giorno. Fatevi consigliare attentamente sulle quantità di cibo dal veterinario, indicando il tipo di vita che il vostro cane svolge.

Per le piccole affezioni potete regolarvi in questo modo: in caso di gastrite tenete il cane a digiuno per 24 ore e dategli solo alcuni cucchiaini di tè, e fate lo stesso in caso di diarrea. Per la stitichezza aumentate la quantità di vegetali e date al cane del latte. Se ci sono malattie del fegato evitate cibi grassi o piccanti, e eliminate o diminuite al minimo il sale se ci sono disturbi renali o cardiaci. Questi sono piccoli consigli, poi saranno gli esperti a guidarvi nel giusto modo!

Cambiate l’acqua nella ciotola due volte al giorno, e fate in modo che sia sempre fresca, soprattutto in estate. Se il cane beve troppo, e questo non dipende da malattie accertate, se lo fa solo per il troppo caldo o se beve anche più di quanto il veteterinario ci ha detto essere normale in presenza di patologie, provate questo metodo: mettete nella ciotola del tè leggero, non zuccherato. In questo modo il cane berrà solo per necessità, non lo avrete privato dell’acqua, e non gli si gonfierà lo stomaco di liquidi inutili e che diventerebbero solo nocivi.

Buon appetito!

[photo courtesy of 8SilentFootsteps8]

Commenta!

Articoli Correlati
Pesci rossi: piccola guida alla corretta alimentazione

Pesci rossi: piccola guida alla corretta alimentazione

Ogni quanto deve essere nutrito un pesce rosso? E cosa è meglio dargli da mangiare? Queste sono alcune delle domande che spesso si pongono coloro che hanno un bel pesce […]

Tartarughe di terra: guida alla corretta alimentazione

Tartarughe di terra: guida alla corretta alimentazione

Le testudo hermanni, tartarughe di terra, sono animali vegetariani che che necessitano di una dieta equilibrata, ricca di sali minerali, fibre e vitamine, ma povera di grassi e proteine animali. […]

Degu: l’alimentazione corretta

Degu: l’alimentazione corretta

Tra i roditori che stanno diventando sempre più popolari nelle nostre case c’è il degu, un delizioso animaletto dall’aspetto simile a un gerbillo solo più grande. Il degu è originario […]

La corretta alimentazione dei pesci

La corretta alimentazione dei pesci

Per una corretta crescita e un’ottima salute, i pesci delle nostre vasche necessitano di sostanze diverse e di un’alimentazione varia ed equilibrata. Partiamo dal presupposto che per quanto possano essere […]

La corretta alimentazione dei gerbilli

La corretta alimentazione dei gerbilli

L’alimentazione dei gerbilli è un aspetto molto importante, che chi decide di allevare questi piccoli roditori deve assolutamente conoscere: un errata informazione può causare intossicazioni, obesità e diarrea. Ogni gerbillo […]