La corretta alimentazione di un cane

di Claudia 19

alimentazione cani

Ci sono dei piccoli accorgimenti da prendere nell’alimentazione dei cani che vanno bene per tutte le razze e per tutte le tipologie di cane (da caccia, da compagnia, da guardia), così come ci sono caratteristiche particolari di ogni animale da tener presente anche nella nutrizione, e per le quali potrete chiedere consiglio al veterinario o al vostro rivenditore di fiducia. Queste sono note generali da tener presente, consigli alimentari per garantire anche una vita lunga e sana al vostro amico, infatti pare che sia più probabile che un cane possa morire di indigestione che non di fame!

E’ fondamentale dare da mangiare al nostro cane sempre alla stessa ora, nello stesso luogo e nella stessa ciotola (che cambierete periodicamente solo dopo l’usura che non vi consente pù di pulirla a dovere). Se si tratta di un cane da guardia meglio che sia anche sempre la stessa persona a nutrirlo, così sarà molto difficile che accetti cibo da estranei. I cuccioli svezzati devono mangiare 4 volte al giorno, i pasti poi diventeranno 3 e infine 2 pasti quotidiani,  con intervalli di almeno 8 ore tra un pasto e l’altro in modo da permettere al cane di digerire bene prima di mangiare di nuovo. La pappa deve essere tiepida, non troppo calda perchè ustionerebbe le mucose e non troppo fredda perchè potrebbe bloccare la digestione del cane, causando coliche. Il cibo va lasciato al suo posto per circa mezz’ora, se il nostro amico capriccioso non lo mangia o non lo finisce non bisogna lasciarglielo lì per ore intere.

La dieta deve essere varia, chiaramente non va bene nutrire il cane con carne e riso, pasto base, per così dire. Bisogna alternare carne, fegato, cuore, trippa, formaggio, pesce, il tuorlo delle uova, latte, verdure miste, cibo in scatola, biscotti per cani, riso e pane secco. Il pane viene spesso escluso dall’alimentazione canina, invece è un’ottima fonte di principi nutritivi. Date al cane pane vecchio di un paio di giorni, leggermente tostato, in modo che sia più digeribile. Potrete mescolarlo alla carne o a delle verdure, o darlo al cane così da sgranocchiare, come pasto unico. Se si abitua a mangiare il pane da solo questo potrà essere utile anche a voi, magari durante un viaggio o una gita potrete dargli il pane come pasto e lo mangerà con piacere. E’ ottimo anche per i cuccioli, sulla crosta del pane raffermo potranno affondare i dentini. In commercio potrete trovare anche fette biscottate o biscotti duri con frammenti di carne e vitamine, andranno benissimo anche quelli.

Ormai i cibi in scatola per cani, i biscotti, le crocchette secche, hanno raggiunto livelli altissimi e sono diventati davvero degli alimenti ottimi per i nostri amici. Sono ricchi di sostanze nutritive e ormai sono anche adatti all’età del cane e al tipo di attività che svolge quotidianamente. Risultano davvero utili per una corretta alimentazione, anche se è sempre bene preparare al cane anche qualcosa di fresco. I cani sono prevalentemente carnivori, quindi l’alimentazione quotidiana deve contenere almeno metà carne in ogni pasto. Essa va scottata e comunque cotta poco e tagliata a piccoli pezzi, così come il pesce, che andrà priva delle lische, e il pollo e i il coniglio che andranno puliti alla perfezione dalle ossa.

Assolutamente da evitare: carne di maiale, salumi, dolci, gelati, grassi di varia origine, il pane fresco, la frutta secca, le rape, i piselli, i broccoli, i fagioli e in generale i farinacei, gonfierebbero con la fermentazione il loro piccolo intestino.

Il cane da appartamento deve nutrirsi diversamente rispetto a un cane che vive all’aria aperta e corre tutto il giorno. Fatevi consigliare attentamente sulle quantità di cibo dal veterinario, indicando il tipo di vita che il vostro cane svolge.

Per le piccole affezioni potete regolarvi in questo modo: in caso di gastrite tenete il cane a digiuno per 24 ore e dategli solo alcuni cucchiaini di tè, e fate lo stesso in caso di diarrea. Per la stitichezza aumentate la quantità di vegetali e date al cane del latte. Se ci sono malattie del fegato evitate cibi grassi o piccanti, e eliminate o diminuite al minimo il sale se ci sono disturbi renali o cardiaci. Questi sono piccoli consigli, poi saranno gli esperti a guidarvi nel giusto modo!

Cambiate l’acqua nella ciotola due volte al giorno, e fate in modo che sia sempre fresca, soprattutto in estate. Se il cane beve troppo, e questo non dipende da malattie accertate, se lo fa solo per il troppo caldo o se beve anche più di quanto il veteterinario ci ha detto essere normale in presenza di patologie, provate questo metodo: mettete nella ciotola del tè leggero, non zuccherato. In questo modo il cane berrà solo per necessità, non lo avrete privato dell’acqua, e non gli si gonfierà lo stomaco di liquidi inutili e che diventerebbero solo nocivi.

Buon appetito!

[photo courtesy of 8SilentFootsteps8]

Commenta!

Commenti (19)

  1. La teina è un eccitante che va a stimolare il sistema nervoso. Fa male alle persone a lungo andare, come la caffeina, figuriamoci ai cani.

    Chi scrive queste cose? Chi consiglia teina, sale e burro? Modificate queste pagine o chiudete addirittura, perchè è come aprire un sito sull’alimentazione dei bambini dicendo di fargli mangiare salame quando hanno 3 mesi.

    1. Ciao piacere.
      E’ sempre brutto vedere che on line le persone diventano molto aggressive e offensive a volte solo perchè non hanno la possibilità di vederti in faccia e non provano a chiedere e domandare prima di accusare. Detto ciò, non mi sembra di aver scritto di dare abitualmente tè e caffè ai cani, o panini spalmati con il burro e ben salati…. Ho preso le informazioni da fonti sicure e non mi sembra che quello che ho scritto possa mandare a morte qualche cane (“mettete nella ciotola del tè leggero, non zuccherato”).
      La richiesta di chiusura mi sembra eccessiva visto che spesso tutti/e noi che scriviamo riceviamo dei commenti positivi e degli apprezzamenti.
      Ciao, Claudia.

  2. Per cominciare, credo che questi brevi articoli che compaiono su siti di questo tipo siano solo suggerimenti e non delle invettive. In secondo luogo lo sanno anche i bambini che la teina è depurativa ed è spesso consigliata anche nelle diete umane, per non dire poi che il tè è inserito in corrette alimentazioni per persone affette da cattiva circolazione. Detto questo, non penso che la teina possa recar danno ai nostri piccoli amici soprattutto se il suggerimento viene da fonti sicure come un veterinario.
    Invece di chiudere il sito dovrebbe qualcun’altro chiudere la bocca, o, almeno, se proprio non ce la fa provi a contare fino a cento!
    Per concludere: firmati con un nome vero, sono insopportabili i nickname!
    Ciao a tutti
    Marcella

  3. L’appetibilita’

    di questi alimenti puo’essere migliorata aggiungendo alla pasta o al riso la carne e altri protidi insieme

    all’acqua di bollitura, ma mai aggiungendo sale all’acqua di cottura o al cibo (i cani non sudano dalla cute

    come il nostro organismo, per loro il sale puo’ essere dannoso per i loro reni con conseguente ipertensione).

    Fonte: http://www.reteimprese.it/pag_A7238B3064C0

    Ambulatorio Veterinario Dr. Maurizio Rombaldoni

    Fonti sicure? Mah. Continuo a non capire perchè bisogna suggerire un’alimentazione sbagliata e dannosa. Le dosi non importano, il sale è dannoso e non va usato. Quali sono le tue fonti sicure? Chiedi a 10 veterinari (a tua scelta) e vediamo chi ha ragione. Se non avete esperienza in materia, evitate.

    Aggressivo? Si, se si tratta della vita e della salute di animali. Questa è disinformazione che mette a rischio la salute di esseri viventi.

  4. Di nuovo ciao, ti rispondo ora e poi non ti rispondo più, visto che mi stai anche costringendo a perdere tempo, rileggendo il mio articolo più volte, per capire a cosa ti riferisci, e a quanto pare ormai sono ben certa che tu stia leggendo altre parole….
    Ma esattamente dove ho messo ha rischio la vita di un cane? Dove nell’articolo è consigliato di nutrirlo quotidianamente con cioccolata, caramelle o altre cose non adatte? Alimenti anche ben segnalati come “nocivi” oltretutto!
    E esattamente dove ho scritto di salare il pasto del cane? Tu ti riferisci a una frase che non hai saputo interpretare: “eliminate o diminuite al minimo il sale se ci sono disturbi renali o cardiaci”. Questa frase non sottintende e non significa che il pasto del cane vada salato, e a me sembra anche ben chiaro visto che fino a quel momento non ho mai parlato di sale! Ad esempio a me capitava di dare qualche avanzo alla mia cagnolina, di carne o pesce o altre cose che mangiava e non le facevano male, e ho smesso di farlo in vecchiaia quando iniziava ad avere disturbi al cuore per l’età…. se per una volta alla settimana mangiava del cibo leggermente salato, perchè preparato per noi esseri umani, non era un problema, e ti assicuro che ha vissuto una meraviglia e sana come un pesce fino a una settimana prima di andarsene…. a 18 anni….
    Puoi notare anche che per due volte ho consigliato di chiedere pareri e consigli al veterinario per l’alimentazione corretta del proprio cane….
    Infine, le persone intelligenti prendono spunto dai blog o dai siti per agire nella pripria vita, non si prende alla lettera tutto quello che dice la rete e lo si utilizza come se fosse la Bibbia; questo di certo non autorizza chi scrive a pubblicare cavolate o stupidaggini (eppure se ne vedono tante), però questi articoli sono solo consigli, curiosità, spunti, racconti, storie, per svagarsi e eventualmente per farsi e fare delle domande.
    Credo che abbiamo entrambi di meglio da fare, quindi ciao, per l’ultima volta.
    Claudia.

  5. Il consiglio del sale l’ho preso dall’altro articolo. (http://www.tuttozampe.com/cani-menu-natalizio/1975/ La prima ricetta riguada un risotto facile ed ottimale per i cani che soffrono di intolleranze alimentari. Ingredienti: riso q.b., burro e sale q.b. 2 cubetti di spinaci, 4 pomodorini, un po’ di carota e 250 grammi di spezzatino di vitello. Fate bollire il riso in abbondante acqua con il sale ed il burro)

    Non si prende alla lettera tutto ciò che dice internet, vero. Ma un sito specializzato in animali, dovrebbe almeno curarsi di fare buona informazione. Sono contento che la tuacagnolina abbia vissuto così a lungo, ma è un’eccezione, credimi.

    Il loro stomaco, fegato, i loro organi, non sono come i nostri. Quindi non vanno trattati allo stesso modo. Mi sono arrabbiato, si. Potete prenderlo come un consiglio e mirare a informazione seria, o continuare così, a me cambierà poco.

  6. Allora, premettendo che avevi inizialmente scritto quella cosa riferendoti anche alla teina, e io ribadisco che quel consiglio della leggerissima dose di tè l’ho preso da un sito veterinario…. Mi spieghi perchè siamo stati a discutere su una cosa che non ho scritto io??!! A questo punto mi fa anche un po’ sorridere tutta questa storia!
    Forse non lo hai notato perchè i nomi sono scritti in piccolo, ma io sono Claudia, e il mio nome è scritto sotto l’articolo, mentre l’altro post sul menù natalizio per cani non l’ho scritto io! Perchè non ti sei rivolto alla diretta interessata se volevi chiedere spiegazioni?
    La mia cagnolina ha vissuto a lungo anche perchè era una meticcia ben collaudata, aveva non solo lo stomaco forte, ma tutto, ha cambiato 3 città con me e 7 case, passando anche per l’ultima casa di mia mamma che era in una quarta città, adattandosi a clima, ambienti, viaggi e tutto il resto, e poi ho trovato una bravissima veterinaria che l’ha curata in vecchiaia…. Sicuramente qualche biscotto che le ho dato da bambina e qualche cosa troppo condita non le hanno fatto male, ma nemmeno bene…. E ci sono cani (soprattutto di razza) delicati al punto che possono rimanere intossicati solo assaggiando qualche alimento per loro nocivo, e in questo sono pienamente d’accordo con te.
    Mi dispiace che ci siamo scontrati su una cosa che non mi riguarda.
    Ciao, Claudia.
    PS. non lo avevo ancora fatto, ringrazio Marcella per il suo post così carino e che prendeva le mie difese! Ciao!

  7. @ Tinboh:
    prima di parlare a vanvera studia almeno 5 anni e prendi la laurea in veterinaria,senza alzare lo scudo dell’animalista che disinforma la gente.

  8. Vorrei sapere se un cane di taglia medio-piccola deve mangiare poco o tanto. Leggo tante cose ma nulla s.ulla quantità, in etti o grammi. Grazie.

    1. ciao Chiara, per quanto riguarda gli alimenti pronti è importante attenersi alle quantità consigliate sulla confezione, avendo cura di aumentarle o diminuirle in ragione dell’attività fisica del cane. Per una alimentazione casalinga, è possibile calcolare la quantità in funzione della reale necessità che il cane ha di alimentarsi. L’alimentazione va ponderata sulla base non solo della stazza del cane ma anche su quello che fa. E’ un cane attivo? Corre? oppure è un pò anziano? Il veterinario saprà consigliarti senza dubbio la quantità più adatta per il tuo caso specifico!

  9. Scusami ma anche secondo me ci sono parecchie info non veritiere che farebbero più male che bene ai nostri Amori a 4 zampe!

  10. Io quoto @Claudia.
    Reazioni troppo eccessive e spropositate!
    Pensate e leggete prima di commentare.

  11. É molto utile sopra tutto per chi come me desidere avere un cane e crescerlo sano. XD

  12. Ciao a tutti,secondo me é molto utile sopratutto per chi come me desidere avere un cane e crescerlo sano. XD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>